NUOVA IMU 2021


IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA


Con la Legge di Bilancio 2020 dal 1° gennaio 2020 è stata abrogata la TASI ed è stata istituita la nuova IMU che accorpa in parte la precedente TASI semplificando la gestione dei tributi locali e definendo con più precisione dettagli legati al calcolo dell’imposta. Nella nuova IMU sono invariati i moltiplicatori.
Entro il 16 giugno 2021 deve essere effettuato il versamento IN ACCONTO della nuova imposta municipale propria (nuova I.M.U.) dovuta per il corrente anno.

Di seguito si riepilogano le aliquote da utilizzare per il calcolo della Nuova IMU approvate con delibera di Consiglio Comunale n. 5 del 30/04/2021:

I versamenti devono essere effettuati tramite mod. F24 – Codice Comune F433

Resta ferma la facoltà del contribuente di provvedere, entro il 16 giugno 2021, al versamento dell’imposta complessivamente dovuta per l’anno in corso, sulla base delle aliquote e delle detrazioni approvate dal Consiglio comunale per il 2021. Chi versa dopo tale data dovrà pagare una sanzione.

Chi deve pagare

Sono soggetti passivi dell’imposta i possessori di immobili, intendendosi per tali il proprietario ovvero il titolare del diritto reale di usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi, superficie sugli stessi.
È soggetto passivo dell’imposta il genitore assegnatario della casa familiare a seguito di provvedimento del giudice che costituisce altresì il diritto di abitazione in capo al genitore affidatario dei figli.

Nel caso di concessione di aree demaniali, il soggetto passivo è il concessionario.

Per gli immobili, anche da costruire o in corso di costruzione, concessi in locazione finanziaria, il soggetto passivo è il locatario a decorrere dalla data della stipula e per tutta la durata del contratto.
In presenza di più soggetti passivi con riferimento allo stesso immobile, ognuno è titolare di un’autonoma obbligazione tributaria e nell’applicazione dell’imposta si tiene conto degli elementi soggettivi e oggettivi riferiti a ogni singola quota di possesso, anche nei casi di applicazione di esenzioni o agevolazioni.

Se si possiedono immobili in più Comuni, occorre effettuare versamenti distinti per ogni Comune. In caso di più immobili posseduti nello stesso Comune deve essere effettuato un unico versamento. Se gli immobili, invece, si trovano in Comuni diversi, devono essere effettuati versamenti distinti per ciascun Comune.

 

Esenzioni

Oltre alle esenzioni disposte dalla normativa generale sull’IMU, si rammenta che l’art. 6-sexies, D.L. 22 marzo 2021, n. 41, esenta dal pagamento della prima rata dovuta per l’anno 2021 i  destinatari del contributo a fondo perduto disposto dall’art. 1, cc. 1-4, D.L. n. 41/2021: soggetti titolari di partita IVA, residenti o stabiliti nel territorio dello Stato, che svolgono attività d’impresa, arte o professione o producono reddito agrario.

 

Novità 2021

LEGGE 30 dicembre 2020, n. 178 “Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2021 e bilancio pluriennale per iltriennio2021-2023” art. 1 comma 48.

A partire dall’anno 2021 per una sola unità immobiliare a uso abitativo, non locata o data in comodato d’uso, posseduta in Italia a titolo di proprietà o usufrutto da soggetti non residenti nel territorio dello Stato che siano titolari di pensione maturata in regime di convenzione internazionale con l’Italia, residenti in uno Stato di assicurazione diverso dall’Italia,  l’imposta municipale propria di cui all’articolo 1, commi da 739 a 783, della legge 27 dicembre 2019, n. 160, è applicata nella misura della metà e la tassa sui rifiuti avente natura di tributo o la tariffa sui rifiuti avente natura di corrispettivo, di cui, rispettivamente, al comma 639 e al comma 668 dell’articolo 1 della legge 27 dicembre 2013, n. 147, è dovuta in misura ridotta di due terzi.- la riduzione si applica solo sull’abitazione e non sulle pertinenze.
Hanno diritto alla riduzione IMU solo i titolari di una pensione internazionale, che hanno lavorato in Stati esteri extracomunitari in convenzione con l’Italia e che sono residenti all’estero.
Gli Stati esteri extracomunitari convenzionati con l’Italia sono i seguenti: Argentina, Australia, Brasile, Canada e Québec, Israele, Isole del Canale e Isola di Man, Messico, Paesi dell’ex-Jugoslavia*, Principato di Monaco, Repubblica di Capo Verde, Repubblica di Corea (solo distacco), Repubblica di San Marino, Santa Sede, Tunisia, Turchia, USA (Stati Uniti d’America), Uruguay, Venezuela. (fonte INPS)

*I Paesi dell’ex-Jugoslavia sono: Repubblica di Bosnia ed Erzegovina, Repubblica del Kosovo, Repubblica di Macedonia, Repubblica di Montenegro, Repubblica di Serbia e Vojvodina (Regione autonoma).

Per beneficiare della riduzione è necessario presentare Dichiarazione IMU PER LE ABITAZIONI AFFITTATE A CANONE CONCORDATO VIGE LA RIDUZIONE AL 75% DELL’ALIQUOTA PREVISTA PER ALTRI IMMOBILI

 

Come pagare

Il versamento dell’imposta può essere effettuato indicando il codice catastale del Comune (F433) e i seguenti codici:

  • mediante modello F24 presso le banche o gli uffici postali;
  • mediante la piattaforma PagoPA (accedi alla piattaforma)

L’imposta non è dovuta se il totale annuo è uguale o inferiore a €. 2,50. Tale importo si intende riferito all’imposta complessivamente dovuta dal contribuente per l’anno e non alle singole rate di acconto e di saldo.

La dichiarazione nuova IMU per l’anno 2021, nei casi previsti per legge, si deve presentare o, in alternativa, trasmettere in via telematica secondo le modalità approvate con apposito decreto del Ministero dell’economia e delle finanze, entro il 30 giugno 2022.

Per ogni altro dato non previsto nel presente comunicato si rimanda alle vigenti disposizioni di legge.

Logo

 

ACCESSO AL CALCOLO

 

 

 

ATTIVITA’ DI SPORTELLO

Tenuto conto della situazione epidemiologica relativa al Covid-19, si predilige lo svolgimento dello sportello principalmente per via telematica mediante presentazione di istanza all’indirizzo mail: comune.montazzoli@gmail.com indicando i propri dati anagrafici, il codice fiscale, il recapito telefonico e la tipologia di immobili per le quali si chiede il calcolo: area fabbricabile, altro immobile, terreni… allegando la documentazione necessaria ad effettuare il calcolo (es: visure, dichiarazioni, copia di eventuali contratti di affitto, comodato ecc.).

Per coloro i quali siano impossibilitati ad usufruire dello sportello telematico sarà prevista l’erogazione dell’attività presso l’ufficio tributi, nel rispetto dei comportamenti anticovid (mascherina e distanziamento).  

Si precisa inoltre che il calcolo verrà effettuato esclusivamente sulla base dei documenti e delle informazioni forniti allo sportello al momento della richiesta di erogazione del servizio e che il Comune non potrà pertanto essere ritenuto responsabile di eventuali errori nel calcolo delle imposte dovute.

Presso il Comune di Montazzoli lo sportello sarà attivo:

  • Martedì dalle ore 17,00 alle ore 19,30
  • Sabato dalle ore 17,00 alle ore 19,30